La nostra storia

“Una buona impresa è come un buon formaggio. Stagiona.”

Charlotte Steffel, figlia del fondatore dell'azienda Basil Weixler  

La nostra storia inizia a Waging nel 1902, con Basil Weixler e il suo piccolo caseificio di paese. La passione per il suo lavoro e una grande attenzione ai “gusti” della sua epoca lo portano a produrre, negli anni Venti, un formaggio simile al francese Roquefort, che decide di chiamare “Roquefort bavarese di montagna”. Il nome scelto si rivela però troppo simile al formaggio preso a modello e lo porta presto a dover affrontare un processo giudiziario.

Basil Weixler perde la causa, ma guadagna moltissimo in popolarità: la stampa racconta passo per passo lo svolgimento del processo, gli dà notorietà e di fatto avvia la lunga “carriera” del Bergader Edelpilz, disponibile ancora oggi nella ricetta originale.

Novità al banco formaggi

La passione e la creatività che caratterizzano le origini dell’azienda portano anche, negli anni Sessanta, ad ampliare l’offerta al pubblico, con una grande quantità di prodotti davvero innovativi che fanno la loro comparsa al banco del formaggio. E con il Bavaria Blu, lanciato nel 1972, Bergader crea la vera quintessenza di una nuova generazione di formaggi erborinati, che nel 1979 le porta anche il "Goldener Zuckerhut", ambito premio del settore alimentare.

Con una presenza importante al banco taglio dei formaggi, Bergader è oggi tra le aziende tedesche leader in questo ambito, ma i nostri prodotti sono sempre più diffusi anche nei banchi frigo self service.

Alla base di questo successo c’è sicuramente l’alta qualità dei nostri prodotti, che ci contraddistingue da sempre, ma c’è un’altra cosa che - possiamo dire con certezza – non cambierà mai: Bergader era, è e rimarrà un’azienda familiare, con le caratteristiche di attenzione, cura e passione per i propri prodotti e per i propri clienti che la contraddistinguono sin dagli inizi.

Così si fa un buon formaggio

Leggete come si fanno i formaggi Bergader passo a passo.

Per saperne in più