Lessico caseario Bergader

Tutto sul formaggio da

Muffe

Parlando di muffe occorre distinguere tra muffe “desiderate” ed “indesiderate”. Queste ultime sono un indice di deterioramento degli alimenti e possono rivelarsi pericolose per la salute. Da temere sono quelle muffe che producono la aflatossina, una sostanza cancerogena e altamente velenosa. Gli alimenti particolarmente attaccati da questa muffa sono le arachidi, la soia, i cereali, il frumento, il riso, il mais, l’orzo, i fagioli, la frutta fresca e secca, nei quali  si è potuta riscontrare la presenza di aflatossine. Raramente questa muffa colonizza la carne e i prodotti lattiero-caseari. Gli alimenti che presentano muffe vanno comunque eliminati. Le muffe nobili, impiegate nella lavorazione casearia, si annoverano invece tra le muffe “desiderate”, innocue e altamente digeribili.